home7.jpg

PORTOGALLO

Racconti di viaggio

"C'ERA UNA VOLTA... IN PORTOGALLO" (Portogallo del Nord, agosto 2011) 

La viaggiatrice lo aveva promesso: quel saluto di quattro anni prima, rivolto ai milioni di piastrelle, tegole e galletti di Lisbona, era soltanto un arrivederci. José Saramago nel frattempo è passato a miglior vita, ma poiché le parole degli scrittori non scompaiono con chi le ha scritte, nessuno le vieta di continuare a considerarlo − come se niente fosse − il faro che indica la rotta.
La vediamo dunque ripartire da PORTO e compiere un giro che prima sale a settentrione, poi passa dalla Serra da Estrela, sfiora l'Alentejo, raggiunge Sintra e torna al punto di partenza costeggiando l'Atlantico.

(Leggi tutto)

♦ ♦ ♦

"SULLE TRACCE DI SARAMAGO" (Lisbona, aprile 2007)

La viaggiatrice aveva in programma una breve visita di Lisbona, che per lei ancora non era altro che un tram giallo che attraversa un vicolo strettissimo con l'inconfondibile sottofondo della voce di Teresa Salgueiro dei Madredeus. Ma si dava il caso che la Piperita si trovasse allocata in un minuscolo villaggio tra le montagne a nord di Viseu e dunque la viaggiatrice ha pensato bene di attraversare longitudinalmente il Paese in bus per andare a recarle un salvifico saluto.
Nel frattempo la viaggiatrice suddetta aveva cominciato a sbocconcellare il "Viaggio in Portogallo" di Saramago un po' sul suo divano piemontese, un po' sul suo letto di Bari, un po' in aereo (e in seguito nella stanza della Tia, tra la statua della Senhora di Fatima e i pizzi), e lo ha trovato di buon auspicio.

(Leggi tutto)

Gallerie fotografiche

Portogallo del Nord, agosto 2011

Lisbona, aprile 2007