home22.jpg

  • Categoria: Vietnam

VIETNAM centrale - The rainy days

Nel Vietnam centrale abbiamo trascorso quattro giorni in cui non ha praticamente mai smesso di piovere. In particolare, la giornata trascorsa a HUÈ, sotto un cielo perennemente bianco e scrosci continui, è stata di una mestizia senza fine. 
L'attrattiva principale di questa località è la CITTADELLA IMPERIALE – circondata da spesse mura di pietra e da un fossato – che ricorda il glorioso periodo (durato circa un secolo e mezzo) in cui questa era la capitale del Vietnam. All'interno, oltre a palazzi e templi, c'era la città proibita, dove potevano accedere solo gli imperatori e la loro corte (la punizione per chi violava il divieto era ovviamente la morte). Oggi ciò che resta è solo una piccola parte della cittadella (la residenza della regina madre, il teatro reale, la stanza di lettura dell'imperatore e alcuni templi), visti gli ingenti danni ricevuti durante l'offensiva del Têt nel 1968, quando Huè fu colpita sia dai bombardamenti americani sia dalle forze comuniste nord vietnamite (Huè si trovava in una posizione sfigata, parte del Vietnam del sud ma molto vicina al confine). Dopo la guerra, inizialmente, questi luoghi furono trascurati perché erano considerati dal regime comunista vincitore simboli di un regime feudale e reazionario, successivamente però molte aree storiche sono state restaurate e in seguito il sito è entrato nella lista del Patrimonio UNESCO.

 

L'altra gita che di solito i turisti non perdono a Huè è la crociera sul Fiume dei Profumi, lungo il quale si trovano moltissimi monumenti, comprese la Pagoda Thien Mu (1601) e le tombe imperiali, ma anche palazzi in stile francese. Nel nostro caso, il clima non invita minimamente a salire su una barca, né a visitare la zona demilitarizzata (raggiungibile in una gita di un giorno), per cui facciamo la cosa che ci riesce meglio in tutte le città del mondo: cazzeggiare tra i mercati e i parrucchieri, curiosare nei negozi e le bancarelle, mangiare qualche risottino locale e ricevere un massaggio low cost. La giornata, iniziata con un paio di deliziosi caffè vietnamiti in uno dei piacevolissimi bar caratteristici di tutto il Paese, è terminata in uno squallido, anonimo locale. 

Galleria fotografica - Vietnam centrale