Gallerie fotografiche

Viaggiando per il mondo a cercar di capirlo non ci sono migliori compagni di quelli che con lo stesso spirito han fatto la stessa strada e ne hanno scritto. [ Tiziano Terzani, "Buonanotte, signor Lenin" ]

Racconti in Africa

ANOTHER PLACE TO GO (Togo e Benin)

18-01-2016 Hits:2030 Racconti in Africa Super User - avatar Super User

Destinazione Africa Occidentale. Ho ripassato i fondamentali: Chatwin, Kapuściński, Aime. Ho fatto il vaccino contro la febbre gialla ─ obbligatorio per entrare in Togo e Benin. Altre precauzioni sanitarie non ne ho prese, anche perché il centro di medicina di viaggio di Bari (dispensatore di vaccini e paranoia) si è mostrato inespugnabile. Profilassi antimalarica dunque no, che dio me la mandi buona. Bagaglio a mano molto ridotto ─ e per fortuna, visto che me lo sto trascinando da ore per il centro di Roma, tra turisti di tutto il mondo, in questa bella giornata di sole prima della partenza.

GLI INCONTRI MANCATI (Etiopia)

08-01-2013 Hits:2243 Racconti in Africa Super User - avatar Super User

È notte fonda all'aeroporto di Addis Abeba. L'avifauna etiope ci dà il benvenuto da un grande poster. Due inservienti in divisa dormono beatamente sdraiati sulle sedie della sala d'aspetto. All'ufficio di cambio trecento euro vengono lentamente trasformati in un malloppo maleodorante di Birr. Ancora non sapevo che quel gruzzolo puzzolente si sarebbe sì assottigliato, ma mai estinto, e che dieci giorni dopo, nello stesso aeroporto deserto alle 2 di notte, sarebbe stata un'impresa trasformarne la parte restante in euro, dollari, bounty, mars, calzini e marlboro lights.

UN VIAGGIO IN CAPO AL MONDO (Sudafrica e…

08-01-2012 Hits:2215 Racconti in Africa Super User - avatar Super User

All'imbrunire siamo a Sabie, "a tranquil, malaria-free holiday destination" nel Mpumalanga. Sono le sette e piove. Dopo cena, in un gruppetto compatto che sa il fatto suo, raggiungiamo il bar più vicino, dove la clientela è esclusivamente composta da bianchi, la maggior parte dei quali fortemente sovrappeso, per non dire francamente obesi. Facciamo facilmente amicizia con gli avventori presenti, che ci introducono subito alle usanze locali: sbronzarsi, giocare a biliardo e ballare (male). Quando il dj mette su "Scatterlings of Africa" dello "Zulu bianco" Johnny Clegg, un cliente scamiciato glielo fa togliere, probabilmente non condividendo le tematiche antirazziste che al...

UN'OMELETTE NELL'OCEANO INDIANO (Madagas…

25-07-2007 Hits:1782 Racconti in Africa Super User - avatar Super User

Nel 2003 l'Ariary ha sostituito il Franco Malgascio, che non è un cantante confidenziale degli anni '70 dotato di basettoni e camicia sbottonata sul petto villoso, bensì la vecchia moneta del Madagascar. Sulle banconote dell'Ariary sono stampate le seguenti immagini: due lemuri di specie diverse aggrappati a un ramo, esemplari vegetali tipici come la palma ravenala, il baobab, il cactus e l'agave, zebù accompagnati da pastore con cappello tondo e coperta sulle spalle, donne che intrecciano cesti e cappelli di rafia, totem di legno infilzati nel terreno, villaggio degli altipiani con capanne di paglia, baie di Fort Dauphin e di...

ERASE YOUR EGO (Acacus, Libia)

08-01-2007 Hits:1631 Racconti in Africa Super User - avatar Super User

L'Acacus è un parco nazionale situato in pieno Sahara, a sud-ovest della Libia. Questo viaggio risale alla fine del 2006, ossia a quella finestra di pochi anni in cui il Paese era aperto al turismo e disponibile a mostrare i suoi tesori, sia storici sia naturali. Gheddafi era ancora saldamente al potere e il suo faccione campeggiava ovunque su grandi cartelloni. A sapere cosa sarebbe accaduto di lì a poco, probabilmente avrei scelto di visitare anche i siti archeologici romani. Ma il futuro è imprevedibile e io sono andata solo nel deserto.È stato un viaggio particolare, questo. Nel deserto si...

LO SGUARDO DELLA FAVORITA (Marocco)

25-02-2003 Hits:1505 Racconti in Africa Super User - avatar Super User

Quell'assaggio di Egitto mi aveva stregata: le melodie arabic e i minareti, il deserto e i cammelli, i minuscoli bicchieri di tè, i pistacchi e il cumino. Dovevo al più presto tornare nel mio “Vicino Oriente”.Due mesi dopo sono partita per il Marocco con un tour organizzato. Una sola settimana ma da sola, con persone sconosciute: avrei testato se il fascino persisteva oppure sfumava via senza il mare, senza i pesci e senza gli amici. Avrei sperimentato la libertà di cui parlava De Botton: niente inibizioni e condizionamenti altrui, niente censure alla curiosità per apparire più me stessa agli occhi...

COLPO DI FULMINE CON IL VICINO ORIENTE (…

15-12-2002 Hits:924 Racconti in Africa Super User - avatar Super User

Quest'autunno ho conosciuto Benny a una festa; giunti al terzo bicchiere di vino abbiamo deciso di andare insieme a Capoverde. Pochi giorni dopo, alla brigata si è aggiunta Rosanna. Poi, abbiamo rinunciato a Capoverde perché costava troppo. Infine siamo arrivati oltre tempo massimo per un viaggio organizzato in Thailandia. Quindi, praticamente, Sharm El Sheik è stata un ripiego.Mi ero sempre rifiutata di soggiornare in un posto così finto e turistico e non ero particolarmente entusiasta quando sono salita sull'aereo, in un giorno di quasi Natale. E invece, sono tornata a casa in preda al magone.

Racconti in America

VADO AL MASSIMO (Viaggio in Messico)

12-01-2015 Hits:2666 Racconti in America Super User - avatar Super User

Gli esseri umani non amano fare le cose da soli. Gli italiani, in particolare, sono un popolo che cerca compagnia persino per andare al cinema o al cesso, figuriamoci per i viaggi. Partire da soli sembra ai più una pratica da sfigati o, al massimo, un'esperienza incompleta. Non a caso, una buona parte dei “solo traveller” italiani che ho incontrato in giro per il mondo erano partiti con qualcuno e poi se ne erano liberati (magari momentaneamente), oppure stavano raggiungendo il classico amico che ha aperto un baretto a Playa del Carmen o che fa il baby pensionato in qualche...

IO MI RICORDO (Québec, Canada)

02-08-2014 Hits:2651 Racconti in America Super User - avatar Super User

Ci vuole fortuna nella vita, per esempio io sono molto riconoscente di essere nata in Italia. Metti che nascevo in Québec: sarei stata convinta che il formaggio "mozzarellissima" abbia davvero qualcosa in comune con la mozzarella, avrei chiamato il salame pepperoni, e poi, quanto avrei dovuto spendere ogni volta per venire in Italia?

NON VOGLIO IMPARARE A BALLARE! (Cuba)

07-01-2010 Hits:2033 Racconti in America Super User - avatar Super User

Conoscevo Cuba attraverso le storie di Pedro Juan Gutierrez, il trasgressivo scrittore considerato il Bukowski del Caribe. Per questa ragione ero preparata alla sporcizia, alla trascuratezza, al sudore, alla carenza d'acqua, all'arrabattarsi, al rum economico e allo sfacelo. Però avevo in testa una valanga di altri ritagli che non sapevo bene in che parte del puzzle sistemare: cartoline delle spiagge di Varadero, soggiorni nella perla dell'arcipelago Cayo Largo, mojitos e havana club, aragoste e Cohiba, turisti protetti dalla polizia e fidanzatine di una settimana, rumba e son, Compay Segundo e Ibrahim Ferrer, congas, gardenias e carreteros, l'hombre sincero che coltiva...

UN PUNTO DI VISTA AUSTRALE (Argentina de…

25-08-2006 Hits:1685 Racconti in America Super User - avatar Super User

Il mio primo viaggio in Sudamerica ha avuto come meta l'Argentina, ma è stata soltanto una coincidenza di tipo amministrativo. L'Argentina è un Paese così grande che, girandolo in lungo e in largo, potete spaziare dal paesaggio tipico delle latitudini tropicali di bassa quota, caldo e umido, agli scenari maestosi e aridi della regione pre-andina, fino alle aree più temperate, abitate per la maggioranza da bianchi. Potete incontrare contadini quechua, indios guaranì, donne robuste di montagna che trasportano pesanti sacchi colorati, ballerine di tango bionde e flessibili, gelatai campani e imprenditori torinesi. Potete imbattervi in palazzi coloniali tinteggiati di fresco...

COCKTAIL DI BENVENUTO (Yucatán, Messico)

25-04-2001 Hits:1462 Racconti in America Super User - avatar Super User

Prima d'ora non avevo mai preso un volo intercontinentale, ma avevo fatto solo viaggi straccioni in Europa, caratterizzati da puzza di treno, pranzi luridi al supermercato e budget ridotti all'osso. Grazie ad un potentissimo sponsor (mio padre) questa primavera sono uscita per la prima volta dall'Europa e ho vissuto la mia prima (e probabilmente ultima) esperienza di vacanza in un villaggio all inclusive ubicato in una località da cartolina, nel quale una buona parte degli umani soggiorna solo a causa di un viaggio di nozze.Nella Riviera Maya − quella porzione di costa affacciata sul Caribe messicano che segue il contorno sud-orientale...

Racconti in Asia

JALAN-JALAN. PER LE STRADE DELL'INDONESI…

27-07-2015 Hits:1816 Racconti in Asia Super User - avatar Super User

Due o tre anni fa sono andata in l'India con un'amica. Era la prima volta che viaggiavamo insieme e ben presto mi resi conto che avevamo uno stile diverso: lei aveva programmato un lungo elenco di attrazioni turistiche “da non perdere” e per ottimizzare i tempi (ma anche per pigrizia) preferiva raggiungere le varie mete con i mezzi piuttosto che a piedi. Una delle prime sere le imposi di non prendere il tuk-tuk per andare al ristorante dove avevamo deciso di cenare. Durante la passeggiata mi confessò che non le era mai capitato di essere invitata a cena da sconosciuti...

KEBAB A COLAZIONE (Turchia)

05-03-2015 Hits:2063 Racconti in Asia Super User - avatar Super User

Cara Turchia, sono arrivata con imperdonabile ritardo al nostro appuntamento. Lo sai? Ti giravo intorno già da un po'. Cinque anni fa non eravamo troppo lontane mentre in un minibus, a nord di ALEPPO, l'autista mi diceva: «Vedi, lì dietro c'è la Turchia» e all'autoradio prendevamo le tue stazioni e ascoltavamo la tua musica. Poi, l'anno dopo, ti ho vista dal vivo; a dire il vero, ho visto solo una piccola parte di te, seppure quella più alta: sulla strada per YEREVAN apparve la cima innevata del Monte Ararat e il mio casuale compagno di viaggio ci tenne a farmi...

INDIA PER PRINCIPIANTI

10-01-2014 Hits:2660 Racconti in Asia Super User - avatar Super User

Quando arrivi in India, vieni subito avvolto dall'odore di India: una conturbante miscela di gas di scarico, spezie, frutta in decomposizione, merda bovina e legno bruciato. A seconda se lo catalogherai istintivamente come un profumo o come una puzza, si capirà se rientri nella categoria degli amanti dell'India o in quella dei suoi detrattori. Coloro i quali la disprezzano, oltre all'odore, non sopporteranno altre tipiche peculiarità indiane: ad esempio la polvere, i clacson continui, l'ambigua gestualità, la burocrazia, il fatto di essere continuamente fissati dalla gente. L'India non è un semplice Paese, bensì una disposizione d'animo.

CHE CAUCASO, UN'ALTRA GUIDA DI VIAGGIO! …

26-07-2011 Hits:2134 Racconti in Asia Super User - avatar Super User

La GEORGIA e l'ARMENIA sono due piccoli Stati caucasici, simili ma allo stesso tempo diversissimi tra loro, e io li ho visitati insieme a Marie. Intraprendendo l'utile lettura di questa mini-guida, conoscerete le usanze dei relativi popoli e comprenderete come mai amano così tanto l'Italia. Imparerete tutti i segreti per spostarsi da un posto all'altro evitando gli armenti e per sopravvivere una settimana in Georgia senza finire le giornate troppo ubriachi. Capirete inoltre perché è fondamentale scegliere bene i propri compagni di viaggio quando si visitano Paesi dotati di montagne.

KERALA, UNA BRICIOLA DI INDIA

07-01-2011 Hits:1927 Racconti in Asia Super User - avatar Super User

THIRUVANANTHAPURAM (nota — per comprensibili motivi — anche con il nome coloniale di Trivandrum) è la capitale dello stato federale del Kerala e conta circa 750mila abitanti. A quanto pare, la maggior parte di loro è accatastata oltre la transenna degli arrivi dell'aeroporto internazionale, certificato ISO, alle quattro della mattina del nostro sbarco in India meridionale.

SIRIA, LA MIA SECONDA CASA

26-04-2010 Hits:1979 Racconti in Asia Super User - avatar Super User

Quando andai in Siria, nella primavera del 2010, era difficile immaginare cosa sarebbe accaduto soltanto un anno dopo. Era il periodo di Pasqua e, presso il monastero di Padre Paolo, fui colpita dallo spirito di fratellanza che accomunava le famiglie che consumavano il picnic del venerdì islamico e quelle che celebravano il venerdì santo. In realtà alcuni dettagli mi fecero riflettere: il Presidente col mezzo sorriso su grandi poster, la chiusura degli abitanti nei confronti dei discorsi politici, i repentini cambiamenti economici e sociali in corso di cui mi parlarono, l'aria inquisitiva della guida russofona che il governo ci aveva...

LA "SPIAGGIA" NON ESISTE (Thai…

28-07-2009 Hits:2302 Racconti in Asia Super User - avatar Super User

Avevo scelto la Thailandia come destinazione del mio viaggio estivo per una ragione molto terra terra: la Emirates proponeva biglietti aerei da Roma a Bangkok con scalo a Dubai a soli 400 euro. Mi trovo dunque all'aeroporto di Dubai: ora locale le ventitré e trenta e una lunga notte da trascorrere lì (diciamolo che questo era uno dei motivi dell'infimo prezzo dei voli). Il problema dell'aeroporto di Dubai è che c'è un'unica smoking lounge minuscola dove l'aria è irrespirabile e la gente che aspira ad entrarci è troppa. L'alternativa è fumare in un bar o ristorante dove sei obbligato ad...

APPUNTI PILIPINI

07-01-2009 Hits:1793 Racconti in Asia Super User - avatar Super User

Il viaggio comincia la mattina della vigilia di Natale quando, invece di sfinirmi di aperitivi a Bari vecchia, ero incolonnata al check-in della Cathay Pacific dell'aeroporto di Fiumicino, insieme a centinaia di filippini pimpanti che impugnavano carrelli carichi di valigie, misteriose scatole di cartone e alcuni panettoni e pandori, molti dei quali sarebbero arrivati a destinazione mezzi sfondati. In quel momento pensavo che i filippini immigrati all'estero se la tirassero di più rispetto ai filippini rimasti a casa loro, anche se poi ho scoperto che, poiché il popolo filippino è uno di quelli che se la tira di meno in...

IL FIORE DELLE MILLE E UNA NOTTE (Yemen)

26-01-2006 Hits:1630 Racconti in Asia Super User - avatar Super User

Quando ho deciso di visitare lo Yemen, prima mi sono informata sulla situazione sicurezza. I rapimenti di turisti (tipica usanza di quello Stato mediorientale) non si verificavano ormai da qualche anno, così ho prenotato a cuor leggero un tour con Avventure nel mondo, che sarebbe durato circa un paio di settimane durante le vacanze natalizie. Purtroppo poco prima di partire è giunta notizia del rapimento di due visitatori stranieri, mi sembra di nazionalità austriaca. Non ho dato molto peso alla cosa: ormai avevo deciso e non volevo tornare indietro. Faccio questa premessa per dire che non dovevo sorprendermi se 5...

IL VIAGGIO È UN GRANDE MAESTRO (Nepal)

26-08-2003 Hits:1762 Racconti in Asia Super User - avatar Super User

La prima volta che sono andata in Asia non ho scelto la mia meta in base a profonde motivazioni spirituali, né in base alle condizioni climatiche, ma per puro caso. Visitare il Nepal nel periodo dei monsoni infatti non è stata propriamente una furbata: non soltanto gli acquazzoni frequentemente mi hanno infradiciata, ma ho dovuto affrontare spiacevoli conseguenze come frane disastrose, strade chiuse, sentieri infestati di sanguisughe e cieli perennemente nuvolosi.

Racconti in Europa

BOSNIA, IL CUORE DEI BALCANI

29-07-2016 Hits:219 Racconti in Europa Super User - avatar Super User

Durante l'estate la compagnia aerea Mistral Air, del gruppo Poste Italiane, effettua ogni settimana un volo da Bari diretto a Mostar, con cui intere famiglie numerose pugliesi e lucane si recano con entusiasmo in pellegrinaggio a Medjugorje. Devo dunque ringraziare i fan delle apparizioni della Madonna se posso raggiungere la Bosnia in meno di un'ora, invece di trascorrere una lunga...

ISONZO A COLORI (Slovenia)

29-08-2015 Hits:33 Racconti in Europa Super User - avatar Super User

Il fiume Soča nasce in Val Trenta, nelle Alpi Giulie slovene. Prima di fare il suo ingresso in Italia e prendere il nome di Isonzo, lambisce sinuosamente le città di Bovec, Kobarid e Tolmin. La sua 'bellezza di smeraldo' oggi fa da vivace scenario ad attività come il kayak, il rafting, il trekking, mentre un tempo era lo sfondo in...

IL PAESE DI FRONTE E QUELLO CHE NON C'ER…

29-08-2013 Hits:2473 Racconti in Europa Super User - avatar Super User

Con colpevole ritardo abbiamo deciso di ricambiare la visita ai nostri dirimpettai albanesi, che da più di vent'anni ci sopportano qui in Puglia. Con questo degno proposito ci rechiamo all'aeroporto di Bari in una soleggiata mattina di agosto: il volo Belle Air Bari-Tirana dura soltanto 50 minuti, le procedure di imbarco sono velocissime e il personale del minuscolo velivolo parla...

1500 CHILOMETRI DI PIANURA (Polonia)

29-07-2013 Hits:1905 Racconti in Europa Super User - avatar Super User

L'itinerario lineare che avevo programmato per il mio viaggio si è considerevolmente dilatato, trasformandosi in un'ellissi abbastanza assurda di circa 1500 chilometri, da Danzica a Cracovia. In questo Paese i rapporti umani non sono stati propriamente intensi, le difficoltà di comunicazione un ostacolo che va ben al di là del dizionario. Tra centri storici ricostruiti dopo la seconda guerra mondiale...

LO STRETTO NECESSARIO (Andalusia e Gibil…

19-07-2013 Hits:2185 Racconti in Europa Super User - avatar Super User

L'estate di circa 25 anni fa ricevetti una cartolina da una mia compagna di liceo. C'era scritto “Saluti dalla caldissima Annalisa”. O almeno, così mi sembrò di capire. Soltanto molti mesi dopo, riordinando il cassetto delle cartoline (allora ne ricevevo parecchie), mi accorsi che c'era scritto “Saluti dalla caldissima Andalusia”, che almeno aveva un senso visto che la mia amica...

FRUMOASĂ ROMÂNIA?

25-07-2012 Hits:2409 Racconti in Europa Super User - avatar Super User

Nel mio viaggio in ROMANIA (durato ben tre settimane nel luglio 2012) mi sono dedicata all'incredibile catalogo di persone incontrate, ognuna con la sua storia. A convincermi a partire sono stati un violinista della Bucovina e due scolare rumene. Poi, in viaggio, col passare dei giorni e l'accumularsi di ore di autobus, treno e automobile, tanti personaggi sono comparsi sul...

C'ERA UNA VOLTA... IN PORTOGALLO

25-08-2011 Hits:1737 Racconti in Europa Super User - avatar Super User

La Viaggiatrice lo aveva promesso: quel saluto di quattro anni prima, rivolto ai milioni di piastrelle, tegole e galletti di Lisbona, era soltanto un arrivederci. Josè Saramago nel frattempo è passato a miglior vita, ma poiché le parole degli scrittori non scompaiono con chi le ha scritte, nessuno le vieta di continuare a considerarlo − come se niente fosse − il faro...

GOMITO A GOMITO CON IL MAR BALTICO (Esto…

22-08-2010 Hits:1993 Racconti in Europa Super User - avatar Super User

L'ESTONIA, la LETTONIA e la LITUANIA le ho visitate - con Marcello! - in quattro settimane, allo scopo di scardinare un concetto geografico semplificatorio che le considera sempre come un tutt'uno.Si parte dalla piccola e periferica Estonia, dove un inusuale caldo torrido non frena i nostri eroi dall'esplorazione di foreste e fattorie, musei e mercati, lottando contro un destino avverso...

SULLE TRACCE DI SARAMAGO (Lisbona, Porto…

26-06-2007 Hits:1696 Racconti in Europa Super User - avatar Super User

La viaggiatrice aveva in programma una breve visita di Lisbona, che per lei ancora non era altro che un tram giallo che attraversa un vicolo strettissimo con l'inconfondibile sottofondo della voce di Teresa Salgueiro dei Madredeus. Ma si dava il caso che la Piperita si trovasse allocata in un minuscolo villaggio tra le montagne a nord di Viseu e dunque...

Racconti in Italia

AUTUGNO SUL POLLINO (Basilicata e Calabria)

05-06-2016 Hits:327 Italia Super User - avatar Super User

Quest'inverno è stato particolarmente mite nel sud Italia, così la primavera è giunta molto presto. A maggio però è arrivata una straordinaria ondata di freddo che ha "congelato" fiori e foglie. Per questo i faggi del Pollino a giugno erano tutti rossi, regalandoci un inizio di estate molto autunnale.

UN VIAGGETTO NELLA NORMA (Lazio)

15-12-2015 Hits:680 Italia Super User - avatar Super User

Tutti sanno che la strada Lungomare corre, per quasi trenta chilometri, da Foceverde – poco dopo Torre Astura – fino a Torre Paola, proprio sotto le falde del promontorio del Circeo. È una strada panoramica. Corre – o, per meglio dire, correva – proprio sopra la duna sabbiosa (il tumuleto), tra i quindici e i venti metri sul livello del mare. È panoramica perché, guidando, uno può vedere alla sua destra, in basso, il mare – l'azzurro mar Tirreno, distante una sessantina di metri dalla strada – e alla sua sinistra, sempre in basso, i laghi. Azzurri pure quelli. A...

E LA CHIAMANO ESTATE (Piemonte)

07-09-2014 Hits:1726 Italia Super User - avatar Super User

La Valsesia (incuneata nella ridente provincia di Vercelli) è la valle più verde d'Italia. L'ho verificato in prima persona d'estate, scoprendo altresì con raccapriccio che ciò è dovuto alle abbondantissime precipitazioni. Normalmente le temperature estive sono abbastanza elevate (se non addirittura afose, a basse altitudini), ma ho constatato che i climatologi hanno questo brutto vizio di generalizzare: non credo infatti che tutti gli anni nevichi a meno di 3000 metri di quota.

LOVE ME, TERNI (Umbria)

05-11-2013 Hits:2801 Italia Super User - avatar Super User

È il ponte di Ognissanti e l'Umbria meridionale mi sta aspettando per un long weekend all'insegna della cultura e dell'amicizia. La base sarà Terni, la Manchester d'Italia, sede delle acciaierie sin dal 1800 (per fortuna circondate da verdi paesaggi collinari) e nota come città degli innamorati per merito del patrono San Valentino.